SVG TITOLI

Il Codice Etico di LifeBee

Sin dalla sua origine LifeBee opera in un quadro di legalità, correttezza, trasparenza, riservatezza e rispetto della dignità della persona e si propone di conciliare la ricerca della competitività sul mercato con il rispetto della correttezza professionale e di promuovere, in un’ottica di responsabilità sociale e di tutela ambientale, il corretto e responsabile utilizzo delle risorse. LifeBee ha definito e formalizzato in un “Codice Etico” i valori in cui la società si riconosce, affinché costituiscano l’elemento base della cultura aziendale e lo standard di comportamento di chiunque operi nell’interesse o a vantaggio della società stessa nella conduzione delle attività e degli affari sociali.
Il Codice Etico e i principi in esso statuiti indicano per chiunque operi nell’interesse o a vantaggio della società i comportamenti da tenersi e quelli inibiti; contiene inoltre l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità della società nei confronti degli stakeholders.

Premesse

28 Gennaio 2021
LifeBee S.r.l. (la “Società”) nell’ambito delle sue attività e nella conduzione dei suoi affari assume come principi ispiratori il rispetto della legge e delle normative dei Paesi in cui opera in un quadro di legalità, correttezza, trasparenza, riservatezza e rispetto della dignità della persona.
La Società, inoltre, si propone di conciliare la ricerca della competitività sul mercato con il rispetto della correttezza professionale e di promuovere, in un’ottica di responsabilità sociale e di tutela ambientale, il corretto e responsabile utilizzo delle risorse.
La Società, infatti, nel corso di questi anni è cresciuta intensamente attorno al proprio asset essenziale: le persone.
L’attenzione alle proprie risorse umane ispira infatti la Società sin dall’origine.
LifeBee stimola dinamiche di apprendimento continuo, nell’ottica di garantire i migliori servizi ai propri clienti e condizioni ottimali di lavoro a livello interno.
La persona è, quindi, al centro del business model di LifeBee: a partire dai dipendenti, fulcro essenziale della Società, e dai consulenti, siano essi con contratti continuativi o temporanei, ai Business Partner ed ai Fornitori sino ai Clienti, il cui successo rappresenta l’obiettivo finale degli sforzi di miglioramento continuo di LifeBee.

Il presente Codice Etico ha lo scopo di definire e formalizzare i valori etici in cui si riconosce la Società, affinché tali valori costituiscano l’elemento base della cultura aziendale, nonché lo standard di comportamento di chiunque operi nell’interesse o a vantaggio della Società stessa nella conduzione delle attività e degli affari sociali.
Il Codice Etico e i Principi in esso statuiti indicano per chiunque operi nell’interesse o a vantaggio della Società i comportamenti da tenersi e quelli inibiti; in questo senso il Codice Etico e i Principi da esso stabiliti hanno anche valore di norme di riferimento e chiusura, laddove un’attività, un atto o un’operazione non sia governata da procedure, istruzioni di lavoro o altri protocolli preventivi, i Destinatari (come infra definiti) devono assumere comportamenti conformi ai Principi di seguito elencati.

Il Codice Etico (di seguito il “Codice”) si compone delle seguenti parti: 
– i Principi Etici (cfr. infra, § 4); 
– la declinazione dei Principi Etici verso gli stakeholders societari (cfr. infra, § 5); 
– la declinazione dei Principi Etici verso i terzi (cfr. infra, § 6); 
– il rispetto dei Principi Etici (cfr. infra, § 7). 

Il presente Codice contiene l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità della Società nei confronti dei “portatori d’interesse” (dipendenti, consulenti, fornitori, clienti, partner, Pubblica Amministrazione, soci, ecc). 

All’osservanza del Codice sono tenuti: 
– gli Organi Sociali che devono conformare tutte le decisioni e le azioni al rispetto del Codice, diffonderne la conoscenza e favorirne la condivisione da parte del Personale e terzi soggetti che operano nell’interesse o a vantaggio della Società; inoltre devono costituire, attraverso il proprio comportamento, un modello di riferimento per tutti i Destinatari; 
– i Dipendenti e i Collaboratori, i quali sono tenuti ad agire nel rispetto del Codice; 
– i Fornitori di beni e servizi, i quali devono essere opportunamente informati delle regole di condotta contenute nel Codice e uniformare i propri comportamenti per tutta la durata del rapporto contrattuale con la Società; 
– tutti i soggetti terzi che intrattengono rapporti con la Società, svolgendo attività nell’interesse e a vantaggio della stessa. 

I destinatari, tenuti al rispetto del Codice sono organi sociali, dipendenti, collaboratori, fornitori e soggetti terzi (“Destinatari”). 

4.1 Legalità 
I Destinatari sono tenuti al rispetto delle leggi e, in generale, delle normative vigenti nei Paesi in cui operano. I Destinatari sono inoltre tenuti al rispetto della normativa aziendale, in quanto attuazione di obblighi normativi. 
I Destinatari devono essere a conoscenza delle leggi e dei comportamenti conseguenti. 
La Società assicura programmi di informazione e azioni di sensibilizzazione continua sulle problematiche attinenti alla legalità e al Codice. 

4.2 Correttezza 
I Destinatari sono tenuti al rispetto delle regole deontologiche, peritali e professionali applicabili alle attività svolte nell’interesse o a vantaggio della Società. I Destinatari sono inoltre tenuti al rispetto della normativa aziendale, in quanto attuazione di obblighi deontologici, peritali o professionali e in quanto formalizzazione delle condotte attese da parte della Società. 
Per garantire il rispetto di tale Principio la Società ha adottato il presente Codice Etico. 

4.3 Tutela ambientale 
La Società̀ riconosce la tutela dell’ambiente come un valore primario nell’esercizio dell’impresa a partire dalla gestione delle attività̀ quotidiane sino alle scelte strategiche. Le scelte di investimento e di business sono improntate al rispetto dell’ambiente e della normativa posta a sua tutela. Lo sviluppo sostenibile è uno dei principi fondanti del presente Codice. 
Ai Destinatari è chiesta attiva collaborazione per la gestione ambientale ed il miglioramento continuo della tutela dell’ambiente, in linea con la politica della Società̀. 
La Società̀ si impegna, di conseguenza, a porre in essere tutte le azioni necessarie per la cura dell’ambiente, per il miglioramento della qualità̀ dell’eco-sistema e per la prevenzione di effetti nocivi per l’ambiente. 

4.4 Riservatezza 
I Destinatari assicurano la riservatezza delle informazioni conosciute in occasione delle attività svolte nell’interesse o a vantaggio della Società.
I Destinatari sono tenuti a trattare dati e informazioni aziendali esclusivamente nell’ambito e per i fini delle proprie attività lavorative e professionali, a proteggere dati e informazioni nel rispetto della legge e della normativa aziendale e a non divulgare (comunicare, diffondere o pubblicare in alcun modo) informazioni senza il consenso scritto della Società. 

4.5 Rispetto della persona 
I Destinatari assicurano il rispetto della Persona, riconoscendo il valore della vita, della salute, della diversità e della dignità umana. 
I Destinatari trattano in modo egalitario ogni persona, evitando qualunque forma di discriminazione, in particolare per motivi di religione, sesso, età, preferenze sessuali, origini geografiche, razziali o etniche. 
La Società̀ e i Destinatari operano nel rispetto dei diritti umani, impegnandosi a tal fine ad osservare le due categorie in cui tali diritti possono essere distinti: 
– diritti civili e politici quali il diritto alla vita, alla libertà, all’uguaglianza dinanzi alla legge e alla libertà di espressione; 
– diritti economici, sociali e culturali quali il diritto al lavoro (anche inteso come divieto di ogni forma di lavoro minorile), il diritto alla salute, il diritto all’educazione e il diritto alla sicurezza sociale. 

4.6 Anticorruzione 
LifeBee non tollera né permette l’uso di tangenti o di qualsiasi pratica corruttiva. 
Le pratiche corruttive non solo sono in contrasto con la legge, ma rappresentano altresì un affronto alla convinzione fondamentale di LifeBee ovverosia di operare con il più alto livello di integrità. 
Le pratiche corruttive possono includere, inter alia, tangenti, denaro, regali, soggiorni, favori reciproci, contributi politici e donazioni oppure benefici o raccomandazioni dirette o indirette. 

5.1 Relazioni con i soci 
La Società promuove la trasparenza e l’informazione periodica nei confronti dei soci, nel rispetto delle leggi e delle norme vigenti. 
Gli interessi di tutti i soci vengono promossi e tutelati rifiutando qualunque interesse particolare o di parte. 
La Società promuove una consapevole ed informata partecipazione dei soci alle decisioni societarie. 
La Società mette a disposizione ogni azione atte a favorire: 
– la regolare partecipazione dei Consiglieri di Amministrazione alle assemblee; 
– il regolare funzionamento delle assemblee nel rispetto del diritto di ciascun socio di ottenere precisazioni, esprimere la propria opinione e formulare proposte. 

5.2 Trasparenza della contabilità aziendale 
La Società̀ promuove la massima trasparenza, affidabilità̀ e integrità̀ delle informazioni inerenti la contabilità̀ aziendale. 
Ogni operazione e transazione deve essere correttamente registrata, autorizzata, verificabile, legittima, inerente, coerente e congrua. 
Tutte le azioni ed operazioni della Società devono avere una registrazione adeguata e deve essere possibile la verifica del processo di decisione, autorizzazione e di svolgimento. 
Per ogni operazione vi deve essere un adeguato supporto documentale al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli, ove previsto nelle procedure aziendali, che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione e individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato, verificato l’operazione stessa. 
I Destinatari rispettano le norme fiscali e tributarie e, in caso di dubbi interpretativi, prima di effettuare un’operazione o registrarla contabilmente, devono acquisirsi pareri professionali di specialisti. 
Le dichiarazioni fiscali per imposte dirette o indirette devono essere veritiere. 

5.3 Capitale Umano 
La Società riconosce la centralità del capitale umano e l’importanza di stabilire e mantenere con questo relazioni basate sulla lealtà e sulla fiducia reciproca. 
La Società ha infatti individuato le responsabilità e i doveri che intende assumere verso il personale: 

a) trattare sempre gli altri con rispetto, cortesia e dignità; 
b) creare un ambiente che incoraggi una comunicazione aperta; 
c) rispettare la privacy di ogni individuo; 
d) trovare il giusto equilibrio tra le esigenze lavorative e la vita privata; 
e) non tollerare molestie sessuali o di qualsiasi altra natura; 
f) utilizzare gli strumenti di comunicazione dell’azienda in maniera professionale ed etica. 

5.4 Sicurezza, salvaguardia della salute e delle condizioni di lavoro 
La Società garantisce condizioni di lavoro che tutelino l’integrità psico-fisica delle persone, mettendo a disposizione luoghi di lavoro conformi alle vigenti normative in materia di salute e sicurezza e secondo i seguenti principi e criteri. 
Tali principi e criteri possono così individuarsi: 

a) eliminare i rischi e, ove ciò non sia possibile, ridurli al minimo in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnologico; 
b) valutare tutti i rischi che non possono essere eliminati; 
c) ridurre i rischi alla fonte; 
d) assicurare condizioni lavorative che non comportino sfruttamento; 
e) adeguare il lavoro all’uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature di lavoro e dei metodi di lavoro e di produzione, in particolare per attenuare il lavoro monotono e il lavoro ripetitivo e per ridurre gli effetti di questi lavori sulla salute; 
f) tener conto del grado di evoluzione della tecnica; 
g) sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso; 
h) programmare la prevenzione, mirando ad un complesso coerente che integri nella medesima la tecnica, l’organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l’influenza dei fattori dell’ambiente di lavoro; 
i) impartire adeguate istruzioni ai lavoratori. Tali principi sono utilizzati dalla Società – e da chi per essa gestisce l’igiene e la sicurezza sui luoghi di lavoro – per prendere le misure necessarie per la protezione della sicurezza e salute dei lavoratori, comprese le attività di prevenzione dei rischi professionali, d’informazione e formazione, nonché l’approntamento di un’organizzazione e dei mezzi necessari. Tutti i Destinatari devono attenersi a questi principi, in particolare quando devono essere prese delle decisioni o fatte delle scelte e, in seguito, quando le stesse devono essere attuate. 

5.5 Tutela ambientale 
Come detto, la Società riconosce la tutela dell’ambiente come un valore primario nell’esercizio dell’impresa a partire dalla gestione delle attività quotidiane sino alle scelte strategiche. 
I Destinatari si impegnano a: 

a) adottare le misure atte a limitare e – se possibile – annullare l’impatto negativo dell’attività economica sull’ambiente; 
b) privilegiare l’adozione di misure atte a prevenire eventuali pregiudizi all’ambiente; 
c) programmare un accurato e costante monitoraggio dei progressi scientifici e dell’evoluzione normativa in materia ambientale; 
d) promuovere i valori della formazione e della condivisione dei Principi del codice tra tutti i soggetti operanti nell’impresa, apicali o sottoposti, affinché si attengano ai Principi Etici stabiliti, in particolare quando devono essere prese delle decisioni e, in seguito, quando le stesse vanno attuate. 

Ai Destinatari è chiesta attiva collaborazione per la gestione ambientale ed il miglioramento continuo della tutela dell’ambiente, in linea con la politica della Società. 

5.6 Crescita professionale 
La Società promuove la crescita professionale dei dipendenti e dei collaboratori mediante opportuni strumenti e piani formativi. 

5.7 Conflitto d’interessi 
La Società in coerenza con i valori di onestà e correttezza, si impegna a mettere in atto le misure necessarie a prevenire ed evitare fenomeni di conflitto di interessi. 
Questo vale nei casi in cui un Destinatario: 
– persegua un interesse diverso dalla mission della Società; 
– si avvantaggi personalmente di opportunità d’affari della Società; 
– agisca in contrasto con i doveri fiduciari legati alla propria posizione. 
I Destinatari sono tenuti ad evitare tutte le situazioni e tutte le attività in cui si possa manifestare un conflitto con gli interessi della Società o che possano interferire con la propria capacità di assumere, in modo imparziale, decisioni nel migliore interesse della Società e nel pieno rispetto delle norme del Codice Etico. 

6.1 Criteri di condotta nei confronti dei clienti 
La Società afferma l’importanza del conseguimento della soddisfazione totale dei clienti per i servizi loro forniti. A tal fine adotta tutte le iniziative necessarie affinché i Destinatari orientino la propria condotta, nei limiti delle rispettive competenze e responsabilità, al perseguimento della mission aziendale volta a fornire un servizio di alto valore. 
Nell’esecuzione dei servizi deve sempre essere garantita la legalità delle soluzioni prospettate. 
È vietata qualunque forma di discriminazione nei confronti della clientela. 
Nell’esecuzione dei propri servizi, la Società opera con correttezza e trasparenza assicurando veridicità̀ e accuratezza delle informazioni. Si è dotata di sistemi di gestione dei propri processi attraverso i quali garantire il mantenimento degli standard di qualità̀ e affidabilità̀ dei propri servizi nel tempo, nonché́ la tracciabilità̀ delle operazioni compiute. 

6.2 Criteri di condotta nei confronti dei fornitori 
I processi di selezione e scelta dei fornitori sono improntati su principi di legalità, correttezza e trasparenza. 
La scelta del fornitore si basa su criteri oggettivi ed imparziali in termini di qualità, livello innovativo, costo, servizi aggiuntivi rispetto ai servizi/prodotti offerti. 
La violazione dei principi di legalità, correttezza, riservatezza sono giusta causa di risoluzione dei rapporti con i fornitori. 
Qualora i Destinatari ricevano da un fornitore proposte di benefici per favorirne l’attività, devono immediatamente sospenderne il rapporto. 

6.3 Criteri di condotta nel conferimento di incarichi professionali 
La Società individua e seleziona i collaboratori esterni e i consulenti, osservando i princìpi di imparzialità, autonomia e indipendenza di giudizio, considerando elemento imprescindibile un comportamento conforme ai princìpi etici in questo Codice enunciati. 
La Società si impegna a diffondere e condividere il Codice Etico verso tutti i collaboratori e consulenti esterni con cui intrattiene rapporti d’affari, affinché gli stessi si adeguino agli standard ivi descritti. 

6.4 Criteri di condotta nei confronti della Pubblica Amministrazione e delle Istituzioni Pubbliche 
La Società intrattiene rapporti con la Pubblica Amministrazione, nel rispetto dei princìpi di legalità, correttezza e trasparenza. 
È vietato offrire denaro, doni o altre utilità di scambio a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione e delle Pubbliche Istituzioni, o a loro parenti, sia italiani sia di altri Paesi. 
Non è consentito offrire o accettare qualsiasi oggetto, servizio, prestazione di valore per ottenere un trattamento più favorevole in relazione a qualsiasi rapporto intrattenuto con la Pubblica Amministrazione. 
Quando è in corso una qualsiasi trattativa d’affari, richiesta o rapporto con la Pubblica Amministrazione e le Pubbliche Istituzioni, i Destinatari non devono cercare di influenzare impropriamente le decisioni della controparte, comprese quelle dei funzionari che trattano o prendono decisioni, per conto della Pubblica Amministrazione e delle Pubbliche Istituzioni. 
Inoltre, non vanno intraprese (direttamente o indirettamente), le seguenti azioni: 
– esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare dipendenti della Pubblica Amministrazione a titolo personale; 
– offrire o in alcun modo fornire omaggi anche sotto forma di promozioni aziendali riservate ai soli dipendenti o attraverso, ad esempio, il pagamento di spese di viaggi; 
– sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti. 
In occasione di verifiche e di ispezioni da parte delle Autorità̀ pubbliche competenti i Destinatari mantengono un atteggiamento di massima collaborazione nei confronti degli organi ispettivi e di controllo. 

6.5 Autorità Giudiziaria 
La Società presta la massima disponibilità̀ e collaborazione nei confronti dell’Autorità Giudiziaria nel corso di eventuali controlli o ispezioni da essa disposti. 

6.6 Ambiente 
La Società agisce nel rispetto dell’ambiente e della salute pubblica e si pone l’obiettivo di ridurre gli impatti ambientali della propria attività d’impresa, adeguandosi ai più alti standard di riferimento. 
La Società adotta a tal fine, ove operativamente ed economicamente possibile, un approccio integrato che tenga in considerazione le implicazioni dirette e indirette, economiche, sociali, sulla salute e sull’ambiente delle proprie decisioni e attività̀. 

7.1 Attività di comunicazione, informazione e formazione 
Il presente Codice Etico è portato a conoscenza di tutti gli interessati mediante idonee attività di comunicazione. 
Alla diffusione e conoscenza del presente Codice Etico presiede la competente funzione aziendale preposta. 

7.2 Organi Sociali 
L’osservanza del Codice Etico da parte degli Organi Sociali integra ed esplicita gli obblighi di diligenza nell’esecuzione dell’incarico assunto. 
La violazione delle norme del Codice Etico costituisce quindi un inadempimento alle obbligazioni derivanti dal rapporto di rappresentanza organica, con tutte le conseguenze di legge. 

7.3 Personale Dipendente 
L’osservanza del Codice Etico da parte del personale dipendente integra ed esplicita gli obblighi di fedeltà, lealtà e correttezza e riservatezza nell’esecuzione del contratto di lavoro secondo buona fede ed è pretesa dalla Società anche ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 2104 del Codice Civile. 

7.4 Terzi Soggetti 
L’osservanza del Codice Etico da parte dei fornitori integra gli obblighi di adempiere ai doveri di diligenza e buona fede nelle trattative e nell’esecuzione dei contratti in essere con la Società. 
La violazione delle norme del Codice Etico può costituire, secondo la gravità e sussistendone i presupposti, la risoluzione dei contratti con ogni conseguenza di legge, incluso il risarcimento del danno. 

I Destinatari che sospettino si sia verificata una violazione del Codice Etico hanno il dovere di segnalarla il prima possibile alla funzione aziendale preposta, tramite e-mail all’indirizzo comitatoetico@lifebee.it e tali soggetti dovranno essere protetti contro eventuali ritorsioni. 

La violazione del Codice Etico lede il rapporto di fiducia instaurato con la Società e può portare all’attivazione di azioni legali e all’adozione di provvedimenti, nei confronti dei Destinatari, in coerenza con le disposizioni di legge e con i previsti regimi contrattuali. 

Scrivici un messaggio e ti contatteremo presto




Privacy Policy - Cookie Policy - Copyrights © 2018 LifeBee - All Rights Reserved - P.IVA IT04374150961       
                                  

Impresa associata a

A sostegno di

Impresa associata a

A sostegno di